Vogliamo innanzitutto ricordare che un Consorzio è una figura giuridica – senza scopo di lucro, creata dagli Utenti per gestire il servizio e le eventuali proprietà comuni.
Nello stesso modo, il Comitato di gestione, al cui interno sono stati scelti il Presidente ed il Vice-presidente, sono essi stessi Utenti, liberamente eletti, che lavorano per il bene della comunità, senza percepire né stipendio né diarie, gettoni di presenza o rimborsi di qualsiasi genere.
Essi cercano – e cercheranno sempre – di gestire il Consorzio nel modo migliore, per sé stessi e per tutti gli altri Consorziati, in quanto non hanno altri interessi che il miglior risultato possibile.
 
            Il nostro Consorzio è nato per gestire la captazione e la distribuzione dell’acqua ad uso agricolo (anticamente anche industriale) e per provvedere all’evacuazione delle acque meteoriche provenienti dalle strade e dai tetti della città di Aosta, mediante una rete di canali – a cielo aperto e in tubazioni sotterranee – che coprono capillarmente la città nel quadrilatero compreso tra il torrente Buthier a est, l’area cimiteriale della città ad ovest, le vie Parigi e Roma a nord e la Dora Baltea a sud.
 
            Questa enorme rete di distribuzione è distinguibile in 3 tipologie, molto importanti soprattutto dal punto di vista della gestione:
 
1 – grandi canali a cielo aperto
2 – tubazioni interrate sotto le pubbliche vie cittadine
3 – tubazioni a cielo aperto e/o interrate nel suolo privato
 
            Vi chiederete il perché di questa distinzione quando tutti hanno lo scopo di fornire acqua ai Vostri terreni, ebbene è molto semplice.
 
Il Consorzio ha l'obbligo di “gestire” l'acqua di Aosta per soddisfare le Vostre esigenze, e la responsabilità di fare in modo che la quantità distribuita sia soddisfacente, ma, legalmente, non può intervenire né sul suolo pubblico né nelle proprietà private, pertanto:
 
1 -    ha la diretta manutenzione delle “grandi vie” d’acqua a cielo aperto e l’onere di provvedervi
 
2 -    per le tubazioni in suolo pubblico può unicamente comunicare agli organi preposti del Comune il problema riscontrato ma non può materialmente provvedere
 
3 -    nei terreni privati può unicamente contattare i proprietari ed eventualmente fornire il proprio supporto tecnico ma non può provvedere direttamente
 
Vi invitiamo pertanto ad aiutarci nella gestione, comunicandoci nel modo più rapido possibile (telefono, e-mail) gli eventuali problemi riscontrati, ma anche di ricordarvi che non sempre il nostro intervento diretto è possibile, ma che spesso siamo limitati dalla necessità di dipendere da altre figure.



 
 
  Site Map